-

L'azienda agrituristica Poggio Ferrata

L'azienda agrituristica Poggio Ferrata

L’azienda agricola “La Ferrata” è ubicata in agro di Ruvo di Puglia (Bari), a circa 13 km dal centro abitato.

-

Il suo territorio, ricadente nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, si estende a un’altitudine media di 450 m sul livello del mare, in un paesaggio carsico di notevole interesse ambientale sul quale si possono leggere i segni della presenza dell’uomo nel corso dei millenni.

-

Condotta dalla famiglia Camerino già dai primi anni del ‘900, è divenuta azienda agrituristica nel 1988, dimostrandosi pioniera nel promuovere la crescita del rapporto città-campagna e la salvaguardia del nostro “habitat”.

-

Le caprette "ioniche": per l'auto-produzione di latte e formaggi

Le capre "ioniche" per l'auto-produzione di latte e formaggi

Sono coltivate varietà antiche e autoctone di cereali e legumi (in particolare il grano “Senatore Cappelli” e alcuni ecotipi locali di “cece rosso” e “cece nero” di cui l’azienda è custode), mandorlo, olivo, vite, alberi da frutto e ortaggi. Buona parte del territorio, inoltre, è ricoperta da pascoli naturali, boschi di roverella e rimboschimenti di conifere.

-

Vengono allevati animali appartenenti a razze dalle antiche origini, alcune delle quali in pericolo di estinzione, tra cui gli asini, i cavalli da tiro, le galline di razza livornese e siciliana…

-

L’azienda punta ad una valorizzazione delle risorse interne riducendo al minimo l’acquisto di prodotti dall’esterno (reimpiego di gran parte delle sementi, utilizzazione del letame di produzione aziendale come fertilizzante, raccolta delle acque piovane per l’irrigazione a goccia dell’orto estivo…), alla riduzione dell’utilizzo delle macchine a carburante a favore del lavoro manuale (per es. raccolta manuale di mandorle e olive) e della trazione animale (utilizzo del cavallo e dell’asino nella coltivazione dell’orto e delle leguminose, per trasportare la legna…), nonchè a una drastica riduzione dei rifiuti (per es. l’azienda ha bandito l’uso di bicchieri e stoviglie di plastica e di tutto ciò che non è rinnovabile o riutilizzabile).

-

logo-fattorie-panda

Le coltivazioni e gli allevamenti sono da sempre gestiti con metodi naturali (certificazione biologica BioAgriCért), tutelando, nel rispetto dei delicati equilibri ambientali, la terra, le piante e gli animali, nell’ottica di una visione olistica della vita, laddove tutto è collegato.

bioagricert_iso22005_mini1

-

“La Ferrata” ha acquisito anche il marchio di “Fattoria del Panda”, rilasciato dal WWF, ed è iscritta all’albo regionale delle Masserie Didattiche di Puglia.

-

PICCOLA GALLERIA FOTOGRAFICA

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

-

Gli asinelli al pascolo nel mandorleto in fiore

Gli asinelli al pascolo nel mandorleto in fiore

-

Sarchiatura delle leguminose con l'aiuto di Rosina, una delle nostre asine di Martina Franca

Sarchiatura delle leguminose con l'aiuto di Rosina, la nostra asina di Martina Franca

-

Coltivazione dell'orto con l'aiuto di Tiche, la nostra cavalla da tiro pesante rapido (T.P.R.)

Coltivazione dell'orto con la nostra giumenta Tiche, cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido (T.P.R.)

-

Uno dei nostri galli di razza siciliana, dalla caratteristica cresta doppia

Lo sguardo attento di uno dei nostri galli di razza siciliana, antica razza dalla caratteristica cresta doppia

-

Una chioccia con i suoi pulcini: i nostri animali vivono e si riproducono secondo natura

Una chioccia con i suoi pulcini: i nostri animali vivono e si riproducono secondo natura

-

La raccolta manuale delle olive

La raccolta manuale delle olive

-

Uno scorcio primaverile della lama Ferrata, ricadente nel territorio dell'azienda

Uno scorcio autunnale della lama Ferrata, che attraversa il territorio dell'azienda

-

Il caratteristico fiore della Damigella Scapigliata (Nigella damascena), pianta tipica dei nostri pascoli naturali

Il caratteristico fiore della Damigella Scapigliata (Nigella damascena), pianta spontanea dei nostri pascoli

-